MANGIARE ALLA GIUDIA

Domenica
12:06:44
Aprile
28 2013

MANGIARE ALLA GIUDIA

Cibo per l’anima

View 4.0K

word 567 read time 2 minutes, 50 Seconds

Come è noto, mangiare alla Giudia è soprattutto un dovere di ottemperanza religiosa, una osservanza di norme “ kasher “, cioè adatto, conforme alla regola biblica che stabilisce i principi di base che nel tempo i Maestri del Talmud hanno interpretato e dettagliatamente indicato al popolo ebraico.
Migliaia di anni di storia ed un insieme infinito di gusti e di sapori si dispiegano come un viaggio avventuroso nei cibi della tradizione ebraica in un insieme di sacralità che nutre il corpo, l’anima ed il cuore: è questo lo spirito con il quale la Chef Master Class Laura Ravioli si accinge a proporre cinque ricette all’insegna della cucina kasher nel corso di un avvenimento convocato per il 5 maggio da Eataly all’Air terminal di Piazzale Ostiense dal Centro Ebraico di Roma Monteverde in occasione del suo decennale di fondazione.
Shalom Hazan, rabbino e fondatore del Centro, commenterà l’evento evidenziandone la sacralità ed il ritorno, attraverso le degustazioni dei cibi ebraici, alle radici semplici e profonde dell’ebraismo puro, in maniera gioiosa e semplice per riportare, attraverso il rispetto delle regole della tradizione ebraica, la vita dell’uomo verso la perfezione e la santità, evidenziando come nella tradizione ebraica l’attenzione al cibo come elemento costitutivo fisico e spirituale riporti gli osservanti al rispetto della prima regola che Dio dette ad Adamo: quella di vietargli di mangiare dall’albero del bene e del male.
Laura Ravioli, che da tempo studia le molteplici tradizioni della cucina ebraica, porrà al servizio dell’evento tutta la sua capacità di interpretare i sapori e gli affetti della cucina kasher, spiegando non senza modestia come, a suo parere, il miglior ricettario kasher sia nientemeno che la Torah e vorrà intendere, con questo, tutto il rispetto che lei stessa nutre per l’opera meritoria del Centro Ebraico di Monteverde che organizza la manifestazione.
Quest’ultimo, fondato da Shalom e Chani Hazan che, dopo aver istituito un luogo di culto molto frequentato ed una struttura capace di ospitare bambini ha collegato il Centro medesimo al Movimento Ebraico Internazionale Chabad-Lubavitich di New York ed agli altri quattromila centri presenti in 130 paesi ed in cinque continenti, riveste un ruolo particolare nel perseguimento di opere di beneficenza a favore dei deboli e degli indifesi contribuendo attivamente nella realizzazione di scuole, centri culturali e sportivi, orfanotrofi ed altre meritorie opere.
I Centri esistenti nel mondo si ispirano e trasmettono il loro messaggio di accoglienza a milioni di persone in nome di una forte delocalizzazione applicata all’aspetto economico e gestionale in quanto ogni centro è responsabile del proprio fundaraising che gli consente di esistere e che non riceve fondi dalla sede centrale.
In sostanza, l’evento celebrativo del decennale della fondazione del Centro Ebraico di Monteverde si ispira al rispetto dei principi salutistici e di beneficenza che Chabad Lubavitich, fondatore del movimento, poi succeduto alla sua morte da Rav. Menachem Mendel Shneerson, vuole anche ricordare come attraverso l’opera dei due grandi fondatori, si sia riusciti a trarre il popolo ebraico fuori della depressione della Shoà consentendogli di affrontare il presente ed il futuro con gioia, puntando sulla ricostruzione come grande consolazione delle immense perdite subite.
Per chi avesse intenzione di partecipare al grande evento gastronomico e culturale a fini di beneficenza, indichiamo qui appresso che potrà rivolgersi al sito chabadroma.org/laura sul quale sono disponibili tutte le informazioni ed è anche prevista la possibilità di prenotare.

Source by andrea_gentili


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / MANGIARE ALLA GIUDIA
from: ladysilvia
by: Redazione