IPCEI: Dal 3 settembre un miliardo di euro per incentivi a imprese su batterie

Martedì
16:27:14
Agosto
31 2021

IPCEI: Dal 3 settembre un miliardo di euro per incentivi a imprese su batterie

Pubblicati i decreti del ministro Giorgetti. Attivati oltre 700 milioni su microelettronica

View 5.5K

word 2.1K read time 10 minutes, 25 Seconds

Dal 3 settembre le imprese italiane che sono state selezionate a partecipare agli Importanti Progetti di Comune Interesse Europeo (IPCEI) su batterie potranno richiedere le agevolazioni per progetti di investimento e attività di ricerca, sviluppo e innovazione da realizzare in Italia nell’ambito delle catene di valore strategico individuate dalla Ue.

E’ quanto stabilito dai decreti del Ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, pubblicati in Gazzetta ufficiale, che ripartiscono oltre 1,7 miliardi di euro di risorse stanziate nel Fondo IPCEI gestito dal Mise.

In particolare, sono due gli IPCEI che vengono attivati a sostegno delle imprese italiane nel settore strategico delle batterie, per un valore complessivo di 1 miliardo di euro, mentre ulteriori risorse vengono assegnate all’Ipcei sulla microelettronica, per un ammontare complessivo di circa 700 milioni.

L’obiettivo degli interventi promossi dal ministro Giorgetti è quello di rafforzare la competitività di settori strategici dell’industria nazionale ed europea attraverso una forte sinergia e integrazione tra le filiere dei Paesi membri della Ue.

Sono particolarmente soddisfatto per il via libera a questi incentivi che rappresentano uno strumento per incentivare anche la produzione di batterie e microchip, settori strategici per lo sviluppo della nostra economia anche a livello europeo che sconta la mancanza di questi prodotti. Finalmente si lavora senza sosta al fianco delle imprese che raccolgono la sfida della transizione”, dichiara il ministro Giancarlo Giorgetti.

Il Fondo IPCEI di oltre 1,7 miliardi di euro viene così ripartito dal Mise:

  • IPCEI Batterie 1: 473,35 milioni di euro per sostenere progetti e attività finalizzate a introdurre tecnologie altamente innovative e sostenibili lungo l’intera catena del valore delle batterie agli ioni di litio, con l’obiettivo di migliorare le caratteristiche di durata, i tempi di caricamento, la sicurezza e la compatibilità ambientale dei nuovi prodotti in linea con i principi dell’economia circolare;
  • IPCEI Batterie 2: 533,6 milioni di euro per sostenere progetti e attività finalizzate alla ricerca e sviluppo della produzione di materie prime, celle, moduli e sistemi di batterie elettriche su larga scala per il settore industriale italiano ed europeo;
  • IPCEI Microelettronica: 325,85 milioni di euro, che si aggiungono ai 410,2 milioni di euro già programmati, per realizzare e sviluppare tecnologie e componenti microelettroniche innovative nei settori dei chip efficienti sul piano energetico, dei semiconduttori di potenza, dei sensori intelligenti, dell’attrezzatura ottica avanzata e dei materiali compositi.

Decreto ministeriale 7 luglio 2021 - IPCEI Microelettronica

Integrazione delle risorse finanziarie a valere sul Fondo IPCEI per il sostegno alla realizzazione dell’ “importante progetto di comune interesse europeo” nel settore della microelettronica (IPCEI Microelettronica).

Il decreto è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 198 del 19 agosto 2021.

Decreto ministeriale 7 luglio 2021 - IPCEI Batterie 1

Attivazione dell’ intervento del Fondo IPCEI per il sostegno alla realizzazione dell’ “ importante progetto di comune interesse europeo” nel settore delle batterie (IPCEI Batterie 1).

Il decreto è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 198 del 19 agosto 2021.

Allegati:

Informativa sul trattamento dei dati personali ex art 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679

Per maggiori informazioni

Decreto ministeriale 7 luglio 2021 - IPCEI Batterie 2

Attivazione dell’ intervento del Fondo IPCEI per il sostegno alla realizzazione dell’ “ importante progetto di comune interesse europeo” nel settore delle batterie (IPCEI Batterie 2).

Il decreto è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 198 del 19 agosto 2021.

Allegati:

Informativa sul trattamento dei dati personali

Per maggiori informazioni

Ufficio competente

IPCEI Batterie 1

Contesto

La Decisione della Commissione europea C(2019) 8823 final del 9 dicembre 2019 ha autorizzato gli aiuti di Stato di Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Polonia e Svezia a sostegno della realizzazione del primo importante progetto di comune interesse europeo nel settore delle batterie (IPCEI Batterie 1). L’IPCEI Batterie 1 comprende attività di ricerca, sviluppo e innovazione, anche comprese nella prima applicazione industriale, volte a introdurre tecnologie altamente innovative e sostenibili lungo l’intera catena del valore delle batterie agli ioni di litio, con l’intento di migliorare le caratteristiche di durata, i tempi di caricamento, la sicurezza e la compatibilità ambientale dei nuovi prodotti rispetto al corrente stato dell’arte. Gli obiettivi innovativi del progetto interessano il miglioramento della sostenibilità ambientale dei diversi segmenti della catena del valore delle, con l’intento di ridurre le emissioni e gli scarti generati dai processi di produzione e di sviluppare modelli sostenibili ed ecologici di smontaggio e riciclaggio delle componenti e materiali in linea con i principi dell’economia circolare.

Gli aiuti autorizzati a livello comunitario ammontano a 3,2 miliardi di euro complessivi, e potranno essere accordati dagli Stati membri in favore delle imprese partecipanti alla realizzazione dell’IPCEI Batterie 1 per lo svolgimento delle attività di ricerca, sviluppo e innovazione fino al 2031, con differenze per ciascuna impresa e paese. Partecipano al progetto, ai sensi della citata Decisione di autorizzazione, diciassette imprese; sono previsti inoltre partecipanti indiretti, non beneficiari degli aiuti autorizzati, e ulteriori soggetti coinvolti nell’iniziativa nelle fasi di disseminazione dei risultati che costituiscono parte integrante del progetto, tra cui gli organismi di ricerca.

Per l’Italia, sono ammissibili alle agevolazioni nell’ambito dell’IPCEI Batterie 1 cinque imprese, selezionate a seguito della manifestazione d’interesse lanciata per selezione delle iniziative e la successiva notifica.

Attuazione

Con decreto 7 luglio 2021 del Ministro dello sviluppo economico è stato attivato l’intervento del Fondo IPCEI a sostegno dell’IPCEI Batterie 1, a norma dei criteri generali stabiliti dal Decreto 21 aprile 2021 del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze.

Per l’intervento, sono complessivamente attivate risorse pari a 473,35 milioni di euro.

Sono concesse agevolazioni in forma di contributo, nel rispetto delle modalità, delle condizioni e delle misure contenute nella Decisione europea di autorizzazione.

Modalità di accesso e concessione delle agevolazioni

Possono accedere alle agevolazioni i soggetti coinvolti nell’ambito dell’IPCEI Batterie 1 autorizzato dalla Decisione della Commissione europea C(2019) 8823 final del 9 dicembre 2019, ammessi al sostegno delle autorità italiane.

Ai fini dell’accesso alle agevolazioni, i soggetti ammissibili sono tenuti a presentare istanza all’indirizzo dgiai.ipcei@pec.mise.gov.it ai sensi dell’articolo 3, comma 1, del decreto 7 luglio 2021, corredata dei relativi allegati ivi previsti.

Le agevolazioni sono concesse ai soggetti beneficiari dell’intervento con decreto del Ministero dello sviluppo economico, a seguito del positivo svolgimento dell’istruttoria di accesso da parte dello stesso. Ai sensi dell’articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123, i soggetti interessati hanno diritto alle agevolazioni esclusivamente nei limiti delle disponibilità finanziarie. Le istanze di accesso sono, pertanto, accolte nei limiti delle risorse finanziarie disponibili. Nel caso le stesse non consentano il finanziamento integrale delle iniziative agevolabili, il Ministero dello sviluppo economico procede alla concessione ripartendo le disponibilità in misura proporzionale agli importi di agevolazione spettanti a ciascun partecipante.

Esecuzione dei progetti ed erogazione delle agevolazioni

Per l’attuazione dei progetti, i soggetti beneficiari devono ottemperare a tutte le condizioni di svolgimento dell’iniziativa agevolata e a presentare la relativa reportistica nell’ambito della governance del programma, nel rispetto di quanto stabilito dalla Decisione di autorizzazione.

Per l’erogazione delle agevolazioni da parte del Ministero, i soggetti beneficiari sono tenuti a presentare le relative richieste all’indirizzo di posta elettronica certificata dedicato, presentando la documentazione di supporto prevista ai sensi del decreto decreto 7 luglio 2021.

I soggetti beneficiari possono richiedere informazioni e presentare quesiti sull’interpretazione delle disposizioni all'indirizzo di posta elettronica attuazione.ipcei@mise.gov.it. Alle richieste di chiarimenti normativi e procedurali viene fornita una risposta attraverso le FAQ pubblicate sulla pagina dedicata. Non verranno date risposte a quesiti di carattere specifico, ma solo a quelli aventi carattere generale relativi all'interpretazione delle disposizioni attuative.

Normativa

Informativa sul trattamento dei dati personali ex art 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679

Ufficio competente

IPCEI Batterie 2

Contesto

La Decisione della Commissione europea C(2021) 494 final del 26 gennaio 2021 ha autorizzato gli aiuti di Stato di dodici paesi (Austria, Belgio, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Polonia, Slovacchia, Spagna e Svezia) a sostegno della realizzazione del secondo importante progetto di comune interesse europeo nel settore delle batterie (IPCEI Batterie 2). L’IPCEI Batterie 2 sostiene attività di ricerca, sviluppo e innovazione, anche comprese nella prima applicazione industriale, lungo l’intera catena del valore, dall’estrazione delle materie prime, alla progettazione e produzione di batterie, al riciclaggio e immissione nel circuito dell’economia circolare, con un forte accento sulla sostenibilità ambientale. L’obiettivo è di contribuire allo sviluppo di un intero set di innovazioni nella tecnologia di produzione, che includano i processi chimici e di realizzazione, e ulteriori innovazioni nell’intera catena del valore, aggiuntivi rispetto a quelli raggiungibili in conseguenza dell’IPCEI Batterie 1.

Gli aiuti autorizzati a livello comunitario ammontano a 2,9 miliardi di euro complessivi, e potranno essere accordati dagli Stati membri in favore delle imprese partecipanti alla realizzazione dell’IPCEI Batterie 2 per lo svolgimento delle attività di ricerca, sviluppo e innovazione fino al 2028, con differenze per ciascuna impresa e paese. Partecipano al progetto, ai sensi della citata Decisione di autorizzazione, quarantadue imprese; sono previsti inoltre partecipanti indiretti, non beneficiari degli aiuti autorizzati, e ulteriori soggetti coinvolti nell’iniziativa nelle fasi di disseminazione dei risultati che costituiscono parte integrante del progetto, tra cui gli organismi di ricerca.

Per l’Italia, sono ammissibili alle agevolazioni nell’ambito dell’IPCEI Batterie 2 dodici imprese e due organismi di ricerca, selezionati a seguito della manifestazione d’interesse lanciata per selezione dell’iniziativa e la successiva notifica.

Attuazione

Con decreto 7 luglio 2021 del Ministro dello sviluppo economico è stato attivato l’intervento del Fondo IPCEI a sostegno dell’IPCEI Batterie 2, a norma dei criteri generali stabiliti dal decreto 21 aprile 2021 del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze.

Per l’intervento, sono complessivamente attivate risorse pari a 533,6 milioni di euro.

Sono concesse agevolazioni in forma di contributo, nel rispetto delle modalità, delle condizioni e delle misure contenute nella Decisione europea di autorizzazione.

Modalità di accesso e concessione delle agevolazioni

Possono accedere alle agevolazioni i soggetti coinvolti nell’ambito dell’IPCEI Batterie 2 autorizzato dalla Decisione della Commissione europea C(2021) 494 final del 26 gennaio 2021, ammessi al sostegno delle autorità italiane.

Ai fini dell’accesso alle agevolazioni, i soggetti ammissibili sono tenuti a presentare istanza all’indirizzo dgiai.ipcei@pec.mise.gov.it ai sensi dell’articolo 3, comma 1, del decreto 7 luglio 2021, corredata dei relativi allegati ivi previsti.

Le agevolazioni sono concesse ai soggetti beneficiari dell’intervento con decreto del Ministero dello sviluppo economico, a seguito del positivo svolgimento dell’istruttoria di accesso da parte dello stesso. Ai sensi dell’articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123, i soggetti interessati hanno diritto alle agevolazioni esclusivamente nei limiti delle disponibilità finanziarie.
Le istanze di accesso sono, pertanto, accolte nei limiti delle risorse finanziarie disponibili. Nel caso le stesse non consentano il finanziamento integrale delle iniziative agevolabili, il Ministero dello sviluppo economico procede alla concessione ripartendo le disponibilità in misura proporzionale agli importi di agevolazione spettanti a ciascun partecipante.

Esecuzione dei progetti ed erogazione delle agevolazioni

Per l’attuazione dei progetti, i soggetti beneficiari devono ottemperare a tutte le condizioni di svolgimento dell’iniziativa agevolata e a presentare la relativa reportistica nell’ambito della governance del programma, nel rispetto di quanto stabilito dalla Decisione di autorizzazione.

Per l’erogazione delle agevolazioni da parte del Ministero, i soggetti beneficiari sono tenuti a presentare le relative richieste all’indirizzo di posta elettronica certificata dedicato, presentando la documentazione di supporto prevista ai sensi del decreto decreto 7 luglio 2021.

I soggetti beneficiari possono richiedere informazioni e presentare quesiti sull’interpretazione delle disposizioni all'indirizzo di posta elettronica attuazione.ipcei@mise.gov.it.
Alle richieste di chiarimenti normativi e procedurali pervenute viene fornita una risposta attraverso le FAQ pubblicate sulla pagina dedicata.
Non verranno date risposte a quesiti di carattere specifico, ma solo a quelli aventi carattere generale relativi all'interpretazione delle disposizioni attuative.

Normativa

Informativa sul trattamento dei dati personali ex art 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679

Ufficio competente


Source by mise


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / IPCEI: D... batterie
from: ladysilvia
by: UNIPR
from: ladysilvia
by: Triennale