Venerdì
18:05:49
Dicembre
10 2021

Triennale Milano - Gli appuntamenti dal 14 al 19 dicembre

View 1.2K

word 1.0K read time 5 minutes, 4 Seconds

14 dicembre - Dalle 14.00 alle 18.00 Finissage della mostra di Giovanna Silva. Milan. City, I listen to your heart
In occasione del finissage della mostra Milan. City, I listen to your heart sarà distribuita gratuitamente a tutti i partecipanti una selezione dei poster in mostra firmati da Giovanna Silva. La mostra, che presenta una selezione di circa mille fotografie scattate da Giovanna Silva a Milano nell’arco di un anno, è aperta al pubblico fino al 12 dicembre 2021 negli spazi della Scala brutalista del Palazzo dell’Arte.

18.30 The Sweet Tomorrow | Ricostruire l'identità della materia
Proseguono gli incontri dedicati ai temi della sostenibilità, un progetto di Elisa Sommaruga e Paolo Martini, imprenditori e curatori, promosso da Triennale Milano. L'incontro è dedicato a META (Martina Bragadin, Margherita Crespi e Benedetta Pomini), start up milanese che affronta la materia come risorsa circolare attraverso il recupero e riutilizzo di materiali e scenografie provenienti da allestimenti effimeri. Al servizio di artisti e designer, META promuove la riduzione degli sprechi e sposta l’attenzione sul potenziale delle risorse esistenti. Nella sede operativa nel quartiere di Milano Bovisa, le strutture e gli elementi utilizzati per set, mostre e installazioni sono raccolti, lavorati ed esposti per la vendita al pubblico. Acquistabili al kg o al pezzo, sono suddivisi per tipologia a seconda delle loro caratteristiche tecniche. Oltre all’attività di recupero e vendita, META sostiene le più diverse forme di creatività e apre il suo spazio alla progettazione curando e organizzando attività di formazione, laboratori e workshop dedicati alle pratiche del riuso in collaborazione con artisti e designer.

18.30 Presentazione volume | La Colonia Olivetti a Brusson. Ambiente, pedagogia e costruzione nell'architettura italiana
Triennale Milano presenta La Colonia Olivetti a Brusson. Ambiente, pedagogia e costruzione nell'architettura italiana di Gabriele Neri, edito da Officina Libraria e promosso dall’Archivio del Moderno dell’Accademia di architettura, Università della Svizzera italiana. Il libro ha come oggetto la Colonia Olivetti di Brusson, in Valle d’Aosta, costruita alla fine degli anni Cinquanta su progetto degli architetti Leonardo Fiori e Claudio Conte.
Esempio emblematico delle politiche sociali promosse da Adriano Olivetti nel secondo dopoguerra, la Colonia di Brusson rappresenta un caso di studio eccezionale per diversi motivi, innanzitutto architettonici. I progettisti furono infatti selezionati dopo un concorso in due fasi che vide la partecipazione, nel 1956-1957, di oltre trenta professionisti, tra cui spiccano i nomi di Carlo Scarpa, Marcello D’Olivo, Vico Magistretti, ecc. L’analisi dei progetti in gara offre dunque uno spaccato dell’architettura italiana all’alba del miracolo economico, chiamata a cimentarsi con temi complessi e innovativi.
Ne discutono con l'autore Patrizia Bonifazio, architetto, e Nicola Navone, vicedirettore dell’Archivio del Moderno - Università della Svizzera Italiana.

15 dicembre

10.00 Triennale Radio Show
Evento online
Un nuovo appuntamento in collaborazione con Radio Raheem. Damiano Gullì, curatore del Public Program di Triennale, sarà in dialogo con Benedetta Pomini di META.

19.00 Presentazione volume | Reinier de Graaf. The Masterplan
Reinier de Graaf, socio di OMA, in conversazione con Joseph Grima, critico d’architettura, presenta il suo ultimo libro The Masterplan - una storia di un architetto e del suo volo di Icaro verso la fama. Quali alternative si prospettano se l’architettura si riduce ad un mero strumento in mano a investitori immobiliari? Qual è il senso di una professione il cui scopo coincide sempre di più con il profitto di altri? Quali le possibilità in mano ad un aspirante architetto, se un progetto, troppo bello per essere vero, gli venisse prospettato? Ripercorrendo la parabola di un architetto alla ricerca di fama, The Masteplan fotografa la ricostruzione romanzata del sogno di un architetto dirottato da forze di causa maggiore. Il racconto personale nasconde una trama più ampia - una nazione nascente in lotta con il suo passato coloniale, la crescente influenza cinese in Africa e i complicati meccanismi del mercato globale immobiliare.

19.30 Teatro | Dewey Dell - Hamlet
Spettacolo a pagamento, per maggiori informazioni: triennale.org
Una sola condizione accomuna tutti gli esseri umani: quella di figlio. Veniamo gettati nella vita come figli e, sebbene ognuno di noi possieda un’origine, questo inizio non è sotto il nostro controllo. Il personaggio di Amleto di Shakespeare sembra incastrato in un comando di vendetta che il padre gli impone, ma che lui non riesce a portare a termine fino all’ultima scena della tragedia. Dall’apparente incapacità del figlio ad agire si sviluppa l’idea di questo spettacolo, che traduce in immagini suggestive il difficile processo di individuazione di una persona.
La compagnia italiana Dewey Dell presenta un lavoro la cui ricerca coreografica studia la corporeità dei riti di possessione, mettendo in scena la strada tortuosa percorsa da Amleto per raggiungere se stesso.

20.45 Dewey Dell in dialogo con Marinella Guatterini
In occasione dello spettacolo Hamlet di Dewey Dell la compagnia dialogherà con Marinella Guatterini, docente di Teoria ed Estetica della danza alla Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi.

16 dicembre

19.30 Teatro | Dewey Dell - Hamlet
Spettacolo a pagamento, per maggiori informazioni: triennale.org

18 dicembre

15.30 Laboratorio per bambini | Un oggetto, brutto
Laboratorio a pagamento, per maggiori informazioni: triennale.org
Indicato per bambini dai 6 ai 10 anni
Durata: 90’
Prenotazioni: visiteguidate@triennale.org
Il Museo del Design Italiano è pieno di oggetti speciali, molti di questi colpiscono per i loro colori sgargianti e per le loro forme inusuali. Sono tutti belli? Esistono oggetti belli per tutti? O brutti? Qualcuno ha mai progettato un oggetto brutto? Dopo un confronto di gruppo, a partire dagli oggetti esposti, i bambini proveranno a progettare un nuovo oggetto, brutto. Forse non è detto che bello e brutto siano proprio contrari.

19 dicembre

15.30 Laboratorio per bambini | Maschere e ghirigori parlanti
Con il supporto di Comieco - Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica
Laboratorio a pagamento, per maggiori informazioni: triennale.org
Indicato per bambini dai 6 ai 10 anni
Durata: 90’
Prenotazioni: visiteguidate@triennale.org
“To do something with nothing” diceva Saul Steinberg. Partendo da questo pensiero verranno realizzate delle maschere sostenibili che lasciano scoperto solo il naso, a partire da carta, cartone e cartoncino di recupero portati da casa. I ghirigori daranno voce e carattere alle maschere, senza l’uso di lettere o parole, per una speciale messa in scena finale.

Informazioni
Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero. Non è necessaria la prenotazione (salvo diversamente specificato).

Source by Triennale


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Triennal... dicembre
from: ladysilvia
by: MilanoFoodLab