Venerdì
16:25:43
Marzo
11 2022

FERZAN OZPETEK al Teatro Manzoni MINE VAGANTI

View 1.2K

word 873 read time 4 minutes, 21 Seconds

E' andato in scena l’8 Marzo e fino al 20 è possibile gustare al Teatro Manzoni di Milano lo spettacolo Mine Vaganti con Iaia Forte e Francesco Pannofino.

Un bell'esempio di come portare al Teatro il Cinema! ...mediante tendaggi mobili, si muovono le scene ed i personaggi.

Si tratta della prima regia teatrale firmata da Ferzan Ozpetek con un cast composto da undici attori, tra cui Erasmo Genzini e Carmine Recano, ed una STELLA : la MINA vagante per eccellenza : Simona Marchini.

Lo spettacolo approfondisce il tema dell’omosessualità entrando nell'intimità di una famiglia.

A ben vedere è però anche l'espressione di una riflessione ben più profonda: la necessità di uscire dagli schemi che la vita sociale spesso impone.

La commedia a 12 anni dall'uscita del film, fa' quindi riflettere il pubblico su tematiche importanti e sempre attuali.

Un grande merito è quello di essere uno "spettacolo" che riesce a far ridere "oltre" il dramma, esasperando volutamente il grottesco ha raggiunto l'obiettivo di alleggerire la platea senza mai perdere di vista la tragicità che ancora oggi purtroppo aleggia nelle famiglie ed in alcuni ambienti sociali, non ancora pronti ad affrontare la questione.

Commento

Simona Marchini è la vera MINA VAGANTE della commedia, abile interpretazione di una nonna celebre , certamente la più emancipata della famiglia, nonostante la sua epoca.

Ferzan Ozpetek firma la sua prima regia teatrale mettendo in scena l’adattamento di uno dei suoi capolavori cinematografici MINE VAGANTI

**2 David Di Donatello **5 Nastri D’Argento **4 Globi D’Oro

**Premio Speciale della Giuria al Tribeca Film Festival di New York **Ciak D’Oro come Miglior Film

Note di Ferzan Ozpetek

Come trasporto i sentimenti, i momenti malinconici, le risate sul palcoscenico?

Questa è stata la prima domanda che mi sono posto, e che mi ha portato un po’ di ansia, quando ha cominciato a prendere corpo l’ipotesi di teatralizzare Mine vaganti.

La prima volta che raccontai la storia al produttore cinematografico Domenico Procacci, lui rimase molto colpito aggiungendo entusiasta che sarebbe potuta diventare anche un ottimo testo teatrale.

Poco dopo avviammo il progetto del film e chiamammo Ivan Cotroneo a collaborare alla sceneggiatura.

Oggi, dietro invito di Marco Balsamo, quella prospettiva si realizza con un cast corale e un impianto che lascia intatto lo spirito della pellicola.

Certo, ho dovuto lavorare per sottrazioni, lasciando quell’essenziale intrigante, attraente, umoristico.

Ho tralasciato circostanze che mi piacevano tanto, ma quello che il cinema mostra, il teatro nasconde, e così ho sacrificato scene e ne ho inventate altre, anche per dare nuova linfa all’allestimento.

L’ambientazione pure cambia. Ora una vicenda del genere non potrebbe reggere nel Salento, perciò l’ho ambientata in una cittadina tipo Gragnano o lì vicino.

In un posto dove un coming out ancora susciterebbe scandalo.

Rimane la famiglia Cantone, proprietaria di un grosso pastificio, con le sue radicate tradizioni culturali alto borghesi e un padre desideroso di lasciare in eredità la direzione dell’azienda ai due figli.

Tutto precipita quando uno dei due si dichiara omosessuale, battendo sul tempo il minore tornato da Roma proprio per aprirsi ai suoi cari e vivere nella verità.

Racconto storie di persone, di scelte sessuali, di fatica ad adeguarsi ad un cambiamento sociale ormai irreversibile. Qui la parte del pater familias è emblematica, oltre che drammatica e ironica allo stesso tempo.

Le emozioni dei primi piani hanno ceduto il posto a punteggiatura e parole, i tre amici gay sono diventati due e ho integrato le parti con uno spettacolino per poter marcare, facendone perfino una caricatura, quelle loro caratteristiche che prima arrivavano alla gente secondo le modalità mediate dallo schermo.

Il teatro può permettersi il lusso dei silenzi, ma devono essere esilaranti, altrimenti vanno riempiti con molte frasi e una modulazione forte, travolgente.

A questo proposito, ho tratto spunto da personali esperienze.

A teatro non ci si dovrebbe mai annoiare.

Sono partito da questo per evitare che lo spettacolo fosse lento.

Ho optato per un ritmo continuo, che non si ferma, anche durante il cambio delle scene.

Qui c’è il merito di Luigi Ferrigno che si è inventato un gioco di movimenti con i tendaggi, anche le luci di Pasquale Mari fanno la loro parte, lo stesso per i costumi di Alessandro Lai, colorati e sgargianti.

Ho realizzato una commedia che mi farebbe piacere andare a vedere a teatro, dove lo spettatore è parte integrante della messa in scena e interagisce con gli attori, che spesso recitano in platea come se fossero nella piazza del paese e verso cui guardano quando parlano.

La piazza/pubblico è il cuore pulsante che scandisce i battiti della pièce.

  • FRANCESCO PANNOFINO
  • IAIA FORTE
  • ERASMO GENZINI
  • CARMINE RECANO con SIMONA MARCHINI

in

MINE VAGANTI

  • UNO SPETTACOLO DI
  • FERZAN OZPETEK

e (in o.a.)

  • ROBERTA ASTUTI SARAH FALANGA MIMMA LOVOI
  • FRANCESCO MAGGI LUCA PANTINI EDOARDO PURGATORI

SCENE

  • LUIGI FERRIGNO

COSTUMI

  • ALESSANDRO LAI

LUCI

  • PASQUALE MARI

Personaggi:

  • FRANCESCO PANNOFINO è Vincenzo Cantone (padre di Tommaso e Antonio)
  • IAIA FORTE è Stefania Cantone (madre di Tommaso e Antonio)
  • ERASMO GENZINI è Tommaso Cantone (fratello minore di Antonio)
  • CARMINE RECANO è Antonio Cantone (fratello maggiore di Tommaso)
  • SIMONA MARCHINI è la Nonna (madre di Vincenzo)
  • ROBERTA ASTUTI è Alba Brunetti (socia di Tommaso)
  • SARAH FALANGA è Zia Luciana (sorella di Vincenzo)
  • MIMMA LOVOI è Teresa (cameriera di casa Cantone)
  • FRANCESCO MAGGI è Andrea (amico di Tommaso)
  • LUCA PANTINI è Marco (compagno di Tommaso)
  • EDOARDO PURGATORI è Davide (amico di Tommaso)

BIGLIETTI:

  • Poltronissima Prestige € 35,00
  • Poltronissima € 32,00
  • Poltrona € 23,00
  • Poltronissima under 26 € 15,50

#IoVadoAlManzoni

Source by Lucia Ferrigno


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / FERZAN O...E VAGANTI