Sabato
04:28:24
Aprile
09 2022

ASL Roma 1: firmato il Regolamento per l’assistenza sanitaria all’IPM di Casal del Marmo

Siglato ieri insieme al Garante dei Diritti dei Detenuti del Lazio e ai vertici dell’istituto penitenziario il documento che struttura l’offerta di servizi dell’azienda sanitaria a tutela della salute dei ragazzi detenuti

View 1.1K

word 519 read time 2 minutes, 35 Seconds

È stato firmato questa mattina il “Regolamento per l’erogazione dell’assistenza sanitaria ai detenuti dell’Istituto Penale per i Minorenni di ‘Casal del Marmo’”, nel Salone del Commendatore della ASL Roma 1, alla presenza del Direttore Generale, Angelo Tanese, del Garante dei Diritti dei Detenuti del Lazio, Stefano Anastasia, e della Direttrice della struttura, Maria Teresa Iuliano.

Nel documento vengono dettagliate le modalità con cui l’azienda sanitaria garantisce i propri servizi alle persone che si trovano nell’Istituto, coniugando le esigenze di tutela della salute con il rispetto delle norme interne alla struttura penitenziaria.

Tra i dodici punti inseriti nel Regolamento ci sono:

  • prestazioni di medicina generale e specialistiche;
  • attività di prevenzione;
  • tutela degli immigrati;
  • promozione di interventi di informazione, educazione sanitaria e orientamento ai servizi;
  • cura della salute mentale e dei disturbi correlati alla dipendenza e all’uso di sostanze;
  • tutela della salute delle donne e della loro prole;
  • programmazione di progetti volti a garantire la promozione del benessere e la prevenzione del disagio psicosociale per i detenuti e per il personale impiegato nell’istituto.

“L’assistenza sanitaria alle ragazze e ai ragazzi ospiti dell’Istituto penale per i minorenni ha caratteristiche peculiari rispetto a quelle che si offrono nei penitenziari per adulti (si pensi solo al sostegno psicologico e al trattamento delle dipendenze da sostanze stupefacenti). Per questo è importante lo strumento ad hoc sottoscritto oggi, che rinnova l’impegno di collaborazione della ASL Roma 1, dei suoi servizi presenti in istituto e di quelli territoriali di riferimento con la direzione dell’Ipm”. Così il Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale della Regione Lazio, Stefano Anastasìa. “La ricchezza degli interventi assicurati – ha proseguito Anastasìa - e l’impegno di risorse umane e finanziarie prestati sono il segno dell’importanza della riforma che ha trasferito la competenza nell’assistenza sanitaria negli istituti di pena alle Asl e di una responsabilità condivisa tra amministrazioni centrali dello Stato ed enti territoriali nell’attuazione dell’articolo 27 della Costituzione”.

“L’approvazione del nuovo “Regolamento per l’erogazione dell’assistenza sanitaria alle persone detenute nell’Istituto per i Minorenni “Casal del Marmo” – commenta Angelo Tanese – dà continuità ad una collaborazione interistituzionale tra ASL Roma 1, la Direzione dell’IPM ed il Garante dei Diritti dei Detenuti del Lazio, che già nel 2014 aveva portato all’approvazione di una carta dei servizi. Oggi rafforziamo l’impegno del nostro Servizio Sanitario nel garantire a questi ragazzi, anche nella loro condizione di detenzione, percorsi di cura e tutela della salute che riducano il disagio psicosociale e promuovano il benessere delle persone”.

“Questa firma pone le basi per una collaborazione che c’è già nella sostanza, operativamente e quotidianamente attuata, ma che trova oggi la sua egida formale in un documento che speriamo possa giovare a tutti i sistemi delle nostre amministrazioni”, conclude Maria Teresa Iuliano.

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / ASL Roma...del Marmo
from: ladysilvia
by: carabinieri