Ratti della sabina il 20 giugno in concerto a roma alla Festa della sinistra giovanile

Martedì
22:38:34
Giugno
15 2004

Ratti della sabina il 20 giugno in concerto a roma alla Festa della sinistra giovanile

Circolo degli artisti - ore 23.00 " Ingresso libero

View 131.5K

word 528 read time 2 minutes, 38 Seconds

ROMA - Domenica 20 giugno, in occasione della Festa della Sinistra giovanile presso il Circolo degli Artisti a Roma (Via Casilina Vecchia 42), suoneranno i ratti della sabina.

Inizio concerto ore 23.00, ingresso libero. Per informazioni al pubblico: tel. 06 70305684.

Il successo di pubblico riscosso dai ratti della sabina, che quest’anno sono stati scelti più volte dalle maggiori associazioni giovanili romane per suonare alle loro manifestazioni, ha portato la upr (etichetta folk rock di Annibale Bartolozzi) a remixare e ristampare il primo cd del gruppo “Acqua e Terra”, cd autoprodotto e diventato un vero e proprio oggetto di culto per i numerosi fan della band laziale. Il cd verrà venduto, a partire da questa occasione, durante i concerti della band e sul sito internet: www.uprfolkrock.com.

I RATTI DELLA SABINA sono: Roberto Billi (voce, chitarra acustica, armonica e flauto), Stefano Fiori (voce e chitarra acustica), Eugenio Lupi (chitarra elettrica, chitarra acustica e banjo), Paolo Masci (mandolino, balalaica, bouzouki e chitarra slide), Alberto Ricci (fisarmonica), Alessandro Monzi (violino), Valerio Manelfi (basso elettrico, basso acustico e contrabbasso) e Carlo Ferretti (batteria e percussioni).

I RATTI DELLA SABINA, il loro nome deriva dallo storico “ratto delle sabine”, sono tutti di Rieti e la Sabina è la loro zona di appartenenza. Dal giorno della loro nascita (1996), hanno seguito coerentemente l’obiettivo di recuperare la musica popolare, soprattutto quella tradizionale del Lazio, legandola alla canzone d’autore e alla patchanka (già portata al successo dai Modena City Ramblers e da Manu Chao). Nel loro ultimo album “Circobirò”, i RATTI propongono canzoni, tarantelle, musica acustica ed elettrica dando vita ad un folkrock caloroso e spontaneo, con un chiaro intento di rappresentazione sociale. Da segnalare nell’album la partecipazione di Marino Severini dei Gang, Cisco dei Modena City Ramblers e di Andrea Ra.

La loro origine risale nella strada, nel senso letterale del termine. Punto di unione per il gruppo è stata inizialmente la comune origine di musicisti di strada, attività che ognuno dei componenti svolgeva individualmente e che li ha avvicinati. La band ha usato questo tipo di situazioni (Festival Busker importanti come Ferrara, ma anche partecipazioni a feste di centri storici e veri e propri happening stradaioli) per superare le enormi difficoltà iniziali di trovare spazi dove esprimersi (in Sabina non ci sono locali votati al live). Instancabili suonatori e cultori della buona tavola, i RATTI ottenevano da queste performance entusiasmo e acquisto dei cd (inizialmente autoprodotti), e le nottate si concludevano regolarmente con clamorose mangiate e bevute con gli organizzatori locali.

L’aspetto del piacere nel fare la musica in strada è tale che il gruppo anche quest’estate, all’interno di un tour di 40 date ha voluto inserire 5 concerti busker. La lunga attività di musicisti di strada ha prodotto un legame tra i RATTI ed il proprio pubblico che spesso “degenera” in vera e propria amicizia ed in scambio di idee, libri e musica.

La band viaggia con 2 macchine piene all’inverosimile di ogni tipo di strumentazione ed anche per strada porta un set da concerto (batteria, basso chitarra elettrica etc).

Ufficio Stampa: Parole & Dintorni (tel. 02.20404727)

Source by Rockitalia


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Ratti de...giovanile